Crea sito

Archivio mensile: Ottobre 2012

Gli astronomi danno la caccia alle galassie più remote dell’Universo

Grazie al fenomeno della lente gravitazionale, gli astronomi dell’Università dell’Arizona utilizzeranno, per così dire, gli ammassi di galassie per esplorare le regioni più remote dello spazio rispetto a quanto possano fare i telescopi in modo da catturare la luce delle prime stelle e delle prime galassie che si stavano formando in seguito al collasso gravitazionale…

L’evoluzione stellare delle stelle massicce

L’evoluzione stellare delle stelle massicce

Uno dei misteri dell'astrofisica stellare è quello di capire come si originano le stelle massicce, cioè le stelle che hanno masse centinaia di volte superiori a quella del Sole. Le stelle di grande massa sono così dense da determinare la fusione dell'idrogeno mentre esse si stanno formando dalla contrazione della nube di gas. Il fatto che la radiazione estremamente energetica che…

Scoperta una nuova tipologia di raggi cosmici

Grazie ad una serie di osservazioni condotte con il satellite XMM-Newton, alcuni ricercatori del Centre National de la Recherche Scientifique (CNRS) hanno scoperto una nuova sorgente di raggi cosmici. In prossimità dell’ammasso stellare Arches, che dista circa 100 anni-luce dal centro della Via Lattea, queste particelle vengono accelerate nell’onda d’urto generata dalle collisioni di decine…

SGR 0418, una magnetar enigmatica

Un gruppo di ricercatori ha osservato una attività insolita, violenta ed estremamente energetica, associata ad una pulsar dotata di un debole campo magnetico e che ruota "lentamente". Dai dati analizzati dagli astrofisici si ritiene che la sorgente di energia possa essere celata all'interno della sua superficie. Dalla teoria sulle pulsar è noto che nelle magnetar il campo magnetico interno è di solito molto più…

KOI-500, un sistema planetario ‘compatto’

La stragrande maggioranza dei sistemi planetari extrasolari sono molto diversi dal Sistema Solare. Di fatto, nella maggior parte dei casi si trovano delle configurazioni compatte dove i pianeti giganti orbitano molto vicini alla stella ospite. Un caso estremo si ha nel nuovo sistema planetario che fa parte del catalogo Kepler Object of Interest e denominato KOI-500.…