Crea sito

Archivio mensile: Ottobre 2014

RASPUTIN: Resolved And unresolved Stellar PopUlaTIoNs

The study of stellar populations is one of the most relevant diagnostics to constrain galaxy formation and evolution. Quantitative analyses of the stellar content of stellar systems pave the way to `convert'  starlight into physical quantities like stellar masses, chemical abundances and star formation rates, and to trace back in time the evolution and the…

East Asia To Italy: Nearly Global VLBI

We are organizing a new meeting to further develop the collaboration between Italy, Japan, and Korea in the field of VLBI. After the successful event in 2012, the new meeting will take place at the CNR research area in Bologna on the 13-14 October 2014. The meeting is organized by INAF/IRA (Istituto di Radioastronomia, Bologna), with…

La scoperta di un nuovo mesone fornisce preziosi indizi per lo studio dell'interazione forte

Un gruppo di fisici guidati dai colleghi dell'Università di Warwick hanno scoperto una particella che contribuirà a fornire una maggiore comprensione dell'interazione forte, una delle quattro forze fondamentali della natura che tiene uniti i protoni del nucleo atomico. Denominata con la sigla Ds3 * (2860) ˉ, si tratta di un nuovo tipo di mesone, cioè un tipo…

Plasma quark-gluoni, un nuovo metodo per lo studio del 'jet-quenching'

Alcuni ricercatori del Berkeley Lab hanno trovato un modo per analizzare ancora più da vicino il cosiddetto plasma quark-gluoni, un tipo di materia esotica che si ritiene abbia caratterizzato lo stato fisico dell’Universo immediatamente dopo il Big Bang. Grazie ad una serie di verifiche, dopo aver combinato i dati ottenuti degli esperimenti di due acceleratori…

NuSTAR identifica la prima pulsar 'superluminosa'

Gli astronomi che lavorano con il Nuclear Spectroscopic Telescope Array (NuSTAR) della NASA, guidati da Fiona Harrison del Caltech, hanno identificato un oggetto stellare incredibilmente brillante che emette l'energia di circa 10 milioni di soli. In precedenza, i ricercatori pensavano che si trattasse di un buco nero, essendo la sua radiazione estremamente potente, ma in realtà è una pulsar, cioè…