Crea sito

Il Big Bang al computer secondo la teoria delle stringhe

Un gruppo di tre ricercatori giapponesi hanno tentato di riformulare al computer una delle versioni della teoria delle stringhe, denominata IIB, per dimostrare che effettivamente l’Universo emerse spontaneamente in tre dimensioni, lasciando le altre sei dimensioni spaziali ‘arrotolate’, così come prevede la teoria delle stringhe, permettendo così di descrivere la nascita dell’Universo. Ora, i ricercatori stanno cercando di capire come evolve lo spaziotempo utilizzando un modello più complesso.

ArXiv: Expanding (3+1)-dimensional universe from a Lorentzian matrix model for superstring theory in (9+1)-dimensions

Argomenti correlati

spaziotempo | teoria delle stringhe

Post correlati

Ti può anche interessare ...