Crea sito

Il progetto WiggleZ fornisce nuovi dati sulla massa del neutrino

A distanza di due anni dall’inizio del programma di ricerca denominato WiggleZ Dark Energy Survey, che ha lo scopo di realizzare una enorme mappa galattica tridimensionale di circa 240 mila galassie, le particelle più leggere ed elusive presenti nell’Universo cominciano a diventare più facilmente monitorabili. Dopo più di 200 notti di osservazioni e migliaia di calcoli, un gruppo internazionale di astronomi hanno pubblicato un articolo in cui vengono presentati i risultati di uno studio che permette di fare luce su un nuovo metodo che ha lo scopo di misurare la massa dei neutrini. Grazie allo studio dei meccanismi che portano alla formazione delle galassie, i loro dati, combinati con quelli di altre osservazioni astronomiche, permettono di definire un limite all’intervallo dei valori della massa del neutrino.

ArXiv: The WiggleZ Dark Energy Survey: Cosmological neutrino mass constraint from blue high-redshift galaxies

Argomenti correlati

formazione galassie | galassie | neutrini | survey

Post correlati

Ti può anche interessare ...