Crea sito

La Fenice, un ammasso di galassie da record

Gli astronomi hanno di recente osservato un ammasso di galassie straordinario, uno dei più grandi noti nell’Universo, che sta battendo diversi record. Grazie ad una serie di osservazioni condotte con il telescopio spaziale Chandra, il telescopio del Polo Sud e altri otto osservatori terrestri di maggiore rilievo, l’ammasso, noto come La Fenice (Phoenix Cluster) e che si trova ad una distanza di 5,7 miliardi di anni-luce, sta fornendo nuovi indizi su come si formano queste strutture gigantesche e come le galassie che ne fanno parte evolvono nel corso della storia cosmica.

Le stelle stanno formandosi ad un ritmo così elevato per un tale tipo di ammasso di galassie. Inoltre, l’ammasso rappresenta la più potente sorgente di raggi-X tra tutti gli ammassi conosciuti ed è anche quello più massiccio. I dati suggeriscono che il ritmo a cui il gas si sta raffreddando nelle regioni più centrali dell’ammasso è il più elevato mai osservato. Insomma, pare che l’ammasso stia battendo tutti i record. “La mitologia del nome della Fenice, cioè l’uccello che nasce dalle proprie ceneri, è un bel modo per descrivere questo oggetto rinato”  spiega Michael McDonald, Hubble Fellow presso il Kavli Institute for Astrophysics and Space Research del Massachusetts Institute of Technology ed investigatore principale. “Mentre le galassie che risiedono nel centro degli ammassi di solito possono rimanere dormienti per miliardi di anni, qui invece la galassia al centro dell’ammasso sembra sia rinata mostrando un tasso elevato di formazione stellare”. E’ da sottolineare il fatto che l’ammasso e il buco nero della galassia centrale sono tra gli oggetti più massicci della loro classe. “La galassia ed il suo buco nero stanno crescendo molto rapidamente”  spiega Bradford Benson, Kavli Fellow presso il Kavli Institute for Cosmological Physics della University of Chicago. “Questa rapida evoluzione non può durare oltre qualche centinaia di milioni di anni altrimenti la galassia e il buco nero diventerebbero molto più grandi delle rispettive controparti che si osservano nell’Universo locale”. Grazie alle loro dimensioni gigantesche, gli ammassi di galassie rappresentano oggetti fondamentali per studiare come evolvono le galassie e perciò averne trovato uno come l’ammasso della Fenice è di vitale importanza. “Questo spettacolare tasso di formazione stellare rappresenta una scoperta davvero significativa e ci dice che dobbiamo ripensare al modo con cui si formano le galassie massicce al centro degli ammassi”  dichiara Martin Rees della Cambridge University.

Q&A ON THE PHOENIX GALAXY CLUSTER

ArXiv: A Massive, Cooling-Flow-Induced Starburst in the Core of a Highly Luminous Galaxy Cluster

Argomenti correlati

ammasso di galassie | formazione stellare | galassie

Post correlati

Ti può anche interessare ...