Crea sito

La particella alla fine dell’Universo

Il prossimo mese di Novembre uscirà il nuovo libro del fisico teorico Sean Carroll e che avrà per titolo The Particle at the End of the Universe: How the Hunt for the Higgs Boson Leads Us to the Edge of a New World. Come si intuisce dal titolo, il libro, edito da Dutton, tratta come argomento principale il bosone di Higgs, l’ultimo tassello mancante del modello standard che spiegherebbe il meccanismo mediante il quale le particelle acquisiscono la massa. Carroll racconta, in maniera affascinante, il dietro le quinte degli esperimenti condotti al CERN da più di 6000 persone tra ricercatori, tecnici ed ingegneri che hanno contribuito ai recenti risultati sulla scoperta di una particella che avrebbe delle proprietà consistenti con quelle associate alla famigerata “particella di dio” (vedasi i seguenti post 1 e post 2).

Oggi, siamo ad un punto di svolta nella storia della fisica ma ci sono voluti più di 2500 anni da quando gli antichi filosofi greci ritenevano che tutta la materia che circonda fosse composta solo da quattro elementi (aria, acqua, terra e fuoco). Ma cosa ha di speciale il bosone di Higgs? Intanto, c’è da dire che senza il bosone di Higgs non solo non saremmo in grado di capire come le particelle abbiano una propria massa, ma tutte le particelle si muoverebbero alla velocità della luce, un fatto che non si osserva in natura. La scoperta di questa nuova particella rappresenta comunque un trionfo della passione umana per la ricerca scientifica e apre, in generale, una nuova era verso l’esplorazione dell’Universo. Carroll spiega, inoltre, l’importanza che ha avuto la macchina più complessa e più potente mai costruita, il Large Hadron Collider (LHC), un progetto articolato e complesso frutto di una collaborazione internazionale che ha visto impegnati per diversi anni i migliori specialisti. Insomma, si tratta di una storia drammatica, documentata, ricca di episodi e aneddoti, dove la fisica è sempre protagonista e presente anche attraverso analogie che aiutano il lettore a capire come mai sono trascorsi tanti anni prima di arrivare ad un risultato del genere. Per concludere, il libro di Carroll è un viaggio moderno verso una scoperta che mette in evidenza come il desiderio e la sete di ricerca, da sempre innate e caratteristiche dell’uomo, hanno portato ad una delle più grandi conquiste scientifiche del nostro tempo.

Aggiornamenti su: Twitter | Facebook


Il seguente video spiega l’idea di Peter Higgs sull’origine della massa.

Argomenti correlati

bosone di Higgs | massa | modello standard | particelle elementari

Post correlati

Ti può anche interessare ...